Ore 8.40 di venerdì 15 giugno, Libreria Coop Ambasciatori. Tutto è pronto per la rassegna stampa in diretta per Radio Capital condotta da Luca Bottura. Il pubblico anche: c’è già il pienone in platea e molti altri arriveranno da lì a poco fino a saturare la libreria. E’ il primo segnale di quello che, alla fine di tutto, Repubblica avrebbe registrato come un grandioso successo, vista la partecipazione della community dei suoi lettori da tutta Italia. Da parte sua, Mismaonda ha lavorato affinché Bologna onorasse la sua fama di città ospitale. Nelle settimane precedenti alla manifestazione, abbiamo passato al setaccio i pro e i contro per la scelta delle location migliori, abbiamo affiancato Repubblica nei rapporti con le istituzioni, abbiamo tenuto le fila della macchina burocratica, tra permessi e documenti, macchina complessa ma necessaria per l’organizzazione di ogni manifestazione. Non solo, abbiamo gestito i viaggi, l’ospitalità in hotel, gli spostamenti in città della grande tribù di Repubblica e dei suoi ospiti nei quattro giorni della manifestazione. Così, i primi si sono accomodati in scena: da Federico Rampini a Vittorio Zucconi, da Natalia Aspesi a Benedetta Tobagi, da Gabriele Romagnoli a Michela Marzano, poi Umberto Eco e Gustavo Zagrebelsky. Tra i tanti, anche Luciano Ligabue, intervistato da Ernesto Assante e Gino Castaldo che in serata, col buio, avrebbe tenuto una delle loro ormai proverbiali ‘lezioni di rock’ in Piazza Maggiore, completamente invasa dalle immagine e dalle note di “The Wall” dei Pink Floyd, oltre che dal solito mare di gente. In Piazza Santo Stefano, intanto, tutti attenti a non perdere una sillaba dello spettacolo di Alessandro Bergonzoni. Foto realizzate da Francesca Parisini, Luis Sal e per Repubblica, Eikon studio.

Vuoi ricevere la nostra Newsletter per info su Eventi, Festival e Spettacoli?

 
Back to Top